I volontari si incontrano a Cagliari in occasione della Giornata Internazionale del Volontariato.

Il volontariato è un movimento fondamentale della società e in esso operano migliaia di organizzazioni senza fini di lucro che associano milioni di cittadini e, spesso, suppliscono alla carenza di servizi erogati dalla pubblica amministrazione. Malgrado la sua importanza, tuttavia, il volontariato attraversa oggi una fase di forte criticità causata da una confusionaria riforma legislativa e da tentativi politici di minarne il ruolo fin qui ricoperto.

Delle potenzialità del volontariato e delle sfide che tale settore è chiamato ad affrontare, si discuterà nella conferenza pubblica “Volontariato, straordinaria energia civile” che si terrà a Cagliari, nella Sala Conferenze della MEMmartedì 5 dicembre 2023 dalle ore 16, in occasione appunto della Giornata Internazionale del Volontariato.

LEGGI ANCHE:  Patologie della tiroide, trend in crescita in Sardegna. Nell'Isola in dodici mesi 600 interventi chirurgici.

L’incontro, che sarà introdotto dal Sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu, rappresenterà l’attuale condizione del Volontariato in Sardegna e nella Città di Cagliari attraverso gli interventi di esperti e volontari di diverse associazioni.

Sono previsti gli interventi di Tiziano Cericola, esperto di legislazione sul terzo settore; Marco Espa, Presidente nazionale dell’associazione ABC; Giampiero Farru, Presidente del CSV Sardegna Solidale ODV; Don Marco Lai, Direttore Caritas dell’Arcidiocesi di Cagliari.

Seguiranno le numerose testimonianze di volontari impegnati quotidianamente in diversi settori di intervento, in rappresentanza delle organizzazioni che promuovono l’incontro e di quelle che operano nella Città di Cagliari e in tutta la Sardegna. L’incontro sarà coordinato da Pablo Sole, giornalista di Indip.it.

LEGGI ANCHE:  Corpo Forestale, la DG passa alle dipendenze della Presidenza della Regione.

L’iniziativa fa seguito agli incontri già realizzati a Perfugas e a Sassari e preannuncia gli altri incontri in programmi in altre diverse località della Sardegna. L’incontro è libero e aperto alla partecipazione di tutti.