Individuato un nido di Caretta Caretta a Chia, Lampis: “Prova che conferma l’ottimo stato di salute dei nostri litorali”.

Ieri il Corpo forestale ha messo in sicurezza, nella spiaggia Sa Colonia di Chia, il primo nido di Caretta caretta del 2021.

Dopo l’individuazione da parte di un concessionario balneare i biologi dei centri di recupero Laguna di Nora e CReS, dopo aver valutato le condizioni del nido, ne hanno disposto lo spostamento in una posizione più sicura, inserendo sonde termometriche per rilevarne l’attività, garantendo il costante monitoraggio fino alla schiusa, prevista per la metà di agosto.

Fino a quella data, è stato disposto il presidio e il controllo del nido, a cura della Rete regionale col supporto delle associazioni e dell’Amministrazione comunale di Domus de Maria.

Nido di Caretta Caretta, Chia
Nido di Caretta Caretta, Chia

“Queste fantastiche tartarughe scelgono con scrupolo dove nidificare e spesso individuano le spiagge della Sardegna, a riprova dell’ottimo stato di salute dei nostri litorali, dove trovano le condizioni climatiche giuste – ha commentato l’assessore della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis – La Regione affronta da tempo con attenzione il tema della biodiversità marina, fattore di ricchezza ambientale tutelato anche grazie alla Rete regionale per la conservazione della fauna marina, che adotta tutte le misure di protezione e di salvaguardia. È fondamentale anche una capillare azione di formazione e informazione, che può generare comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente”.

LEGGI ANCHE:  Alessandra Todde: “La sanità in Sardegna è in crisi profonda".