Il programma Talent Up al taglio del nastro. Pigliaru inaugura il corso per i giovani imprenditori dell’innovazione.

Sarà il presidente della Regione Francesco Pigliaru, lunedì 2 luglio alle 9.30 nella sede del Consorzio universitario nuorese UniNuoro, in via Salaris, insieme al direttore generale dell’Aspal Massimo Temussi, al sindaco di Nuoro Andrea Soddu e al commissario di UniNuoro Fabrizio Muredu, a inaugurare la prima fase di formazione del programma Talent Up, pensato per creare una nuova generazione di imprenditori capace di confrontarsi sui mercati internazionali.

Il Presidente saluterà i cinquanta partecipanti che cominciano la prima fase di formazione del programma che poi li porterà per altri tre mesi all’estero in uno dei primi venti ecosistemi imprenditoriali innovativi a livello internazionale.
Terminata la selezione, la scorsa settimana l’Aspal, che coordina il progetto, ha pubblicato la graduatoria dei cinquanta partecipanti, scelti sul totale delle 110 domande arrivate per il bando.

LEGGI ANCHE:  Rapporto ISS, in Sardegna i dati migliori per incidenza dei casi.

La prima fase di formazione (il pre-treatment) comincerà lunedì, durerà un mese e sarà gestita da una Rti composta dalla Fondazione Giacomo Brodolini di Roma, dalla Luiss (Libera Università internazionali di studi sociali Guido Carlo) e da Iefca, istituto di formazione di Cagliari.
In questa fase i partecipanti acquisiranno competenze di base in area marketing, contabilità, strategia d’impresa, in un percorso di formazione in aula svolto interamente in lingua inglese.

La fase successiva, il treatment, si svolgerà all’estero e al termine dell’intero percorso i partecipanti saranno pronti rientrare in Sardegna e avviare la propria impresa grazie alle misure di Sardegna Ricerche e del Crp (Centro regionale di Programmazione) che individueranno per ciascuno il programma di incentivo più adatto in base allo stadio di sviluppo dell’idea imprenditoriale.

LEGGI ANCHE:  Disabilità, Solinas: "Abbattimento barriere architettoniche condizione per il rilascio della concessione balneare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.