Calamità naturali: 2,2 milioni ai comuni sardi.

La Giunta regionale ha approvato lo stanziamento di 2,25 milioni di euro per sedici comuni della Sardegna, per le spese sostenute per l’esecuzione di opere e interventi d’emergenza in seguito ai danni provocati dalle calamità naturali nei rispettivi territori.

“Si è trattato – ha spiegato l’assessore alla Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis – di eccezionali precipitazioni, forti raffiche di vento e mareggiate che hanno funestato alcune zone dell’Isola tra novembre 2018 e gennaio 2021. Le richieste di contributo e la documentazione comprovante le spese sostenute dai comuni sono state esaminate dalla Protezione civile, anche tramite sopralluoghi”.

In particolare, i contributi andranno ai comuni di Arzana (231.253 euro); Assolo (35.184); Bonorva (133.343); Cagliari (203.378); Cardedu (324.532); Jerzu (34.664); Mandas (313.109); Meana Sardo (25.443); Ittiri (69.976); Osilo (300.634); Pozzomaggiore (124.965); Thiesi (124.175); Ulassai (127.761); Villagrande Strisaili (101.436); Villasor (79.109) e Villaputzu (26.891). 

LEGGI ANCHE:  Covid: un decesso nell'Isola. Tornano a crescere i ricoveri in terapia intensiva.