Il Parlamento europeo chiede l’abrogazione della nuova legge sull’aborto in Texas.

Il governo dello stato americano del Texas deve revocare immediatamente il “Senate Bill 8”, un divieto de facto di aborto, e garantire un accesso sicuro e libero ai servizi di aborto. Questa la posizione espressa oggi dal parlamento europeo al termine del dibattito in plenaria e della votazione della risoluzione – approvata con 381 voti a favore e 253 contrari – che ha formalizzato la solidarietà dell’Eurocamera alle donne del Texas e alle organizzazioni della società civile impregnate nella sfida legale contro la nuova legge sull’aborto.

I deputati hanno chiesto ai Paesi dell’UE di sostenere finanziariamente le organizzazioni della società civile statunitense a favore dei diritti sessuali e riproduttivi, mentre al governo statunitense è stato richiesto di depenalizzare l’aborto per proteggere la salute delle donne e arrestare il regresso dei diritti umani.

LEGGI ANCHE:  Imprese, ambiente e diritti umani, PE: "Multe in caso di inadempienze".

La legge adottata dal Texas nota come Senate Bill 8 (SB8), entrata in vigore nel settembre 2021, è, de facto, un “divieto totale di aborto”, poiché non prevede alcuna eccezione in caso di stupro, incesto o per condizioni di salute del feto che mettano a rischio la vita della donna dopo la nascita.

foto Keith Johnston from Pixabay