Giovani e lavoro, Rosolen: “+33% contratti stabili, ma perdiamo giovani”.

“Nella nostra regione dal 2019 sono cresciuti del 33 per cento i contratti a tempo indeterminato, così come è aumentato il numero di occupati per quanto riguarda gli under 34”. Tuttavia, ha dichiarato l’assessora regionale al Lavoro, Alessia Rosolen, “il Friuli Venezia Giulia in 10 anni ha perso di fatto 33mila giovani. Persone che non sono nate e quindi non hanno fatto il loro naturale ingresso nel mondo del lavoro”.

Un dato demografico che, prosegue, “pesa oggi come un macigno sulla capacità da parte delle imprese di reperire personale. Ecco perché una delle sfide più rilevanti di questo periodo è proprio quella di formare lavoratori dotati di tutte quelle competenze fortemente richieste dalle aziende. Maggiore specializzazione che deve riguardare tutti i settori produttivi”.

LEGGI ANCHE:  96 navigator sardi verso il licenziamento, Ciusa: "Riallocazione in Aspal".