Giornalismo scientifico, il CER seleziona 40 giornalisti europei.

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha stanziato una sovvenzione di 1,5 milioni di euro per istituire “Frontiers”, un programma di residenza per giornalisti scientifici presso istituti di ricerca in tutta Europa, ideato dal consorzio composto dal Center for Ethics in Science and Journalism (Italia), l’Università NOVA di Lisbona (Portogallo), l’Università Pompeu Fabra (Spagna) e Enspire Science (Israele).

Il progetto si svolgerà dal 2023 al 2027 permettendo a 40 giornalisti scientifici di trascorrere da 3 a 5 mesi con diversi gruppi di ricerca. Il progetto aiuterà i giornalisti a immergersi nell’ambiente della ricerca e a interagire con scienziati e ricercatori, con l’obiettivo di permettere agli operatori dell’informazione di svolgere un migliore servizio pubblico.

LEGGI ANCHE:  PNRR, arrivate 1.737 proposte ideative per le nuove scuole.

“Per comunicare la ricerca in modo efficace e combattere la disinformazione, abbiamo bisogno di giornalisti e professionisti competenti – ha dichiarato Mariya Gabriel , Commissaria per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani -. Più informiamo sui benefici della scienza, più forti saranno i legami tra cittadini e ricercatori”.

Oltre all’obiettivo principale di promuovere il giornalismo scientifico indipendente, il progetto contribuirà a costruire la fiducia del pubblico nella scienza, nonché ad affrontare e migliorare la resilienza contro la disinformazione.