Europa globale, von der Leyen: “Finanziamenti per i diritti delle donne e della biodiversità”.

La Presidente della Commissione Europea, Ursula  von der Leyen , ha concluso una settimana di discussioni con i leader mondiali e partner internazionali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York annunciando una serie di impegni per affrontare l’attuale crisi alimentare, aggravata dalla guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, l’urgenza della crisi climatica e per migliorare la salute globale. 

Intervenendo al Global Citizen Festival di New York, la Presidente della Commissione europea  von der Leyen ha ribadito l’impegno dell’UE ad aiutare i partner più vulnerabili e ad affrontare le ricadute sociali ed economiche delle azioni illegali della Russia.

La Commissione europea ha reindirizzato 600 milioni di euro dal 10° e 11° Fondo europeo di sviluppo per finanziare aiuti umanitari e sostenere la produzione alimentare nei Paesi partner più vulnerabili in Africa, Caraibi e Pacifico. Con questi fondi l’UE aiuterà i suoi partner ad affrontare le conseguenze della guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, in particolare la crisi della sicurezza alimentare e il relativo shock economico. Altri 600 milioni di euro, sono stati stanziati l’Africa occidentale e centrale (160,5 milioni), 146 milioni di euro per l’Africa orientale e i Grandi Laghi, 76,5 milioni di euro per l’Africa meridionale, 36,5 milioni di euro per i Caraibi e 10 milioni di euro per il Pacifico . 52,5 milioni di euro si concentreranno sulla finanza sostenibile e sugli investimenti per l’agricoltura sostenibile e le catene del valore agroalimentari a livello continentale e regionale e altri 100 milioni di euro forniranno sostegno macroeconomico ai Paesi a basso reddito dell’Africa, dei Caraibi e del Pacifico facendo leva, attraverso un contributo al Fondo monetario internazionale per la riduzione e la crescita della povertà, prestiti agevolati creando così uno spazio fiscale per aiutare questi paesi ad affrontare la situazione della crisi alimentare.

LEGGI ANCHE:  David Sassoli, Giorno della Memoria: "Comprendere è impossibile, conoscere è necessario".

Stanziamenti che porteranno il sostegno totale stimato dell’UE alla sicurezza alimentare globale e ai sistemi alimentari a oltre 7,7 miliardi di EUR fino al 2024. Insieme ai 600 milioni di EUR aggiuntivi, ciò include circa 2,2 miliardi di EUR in assistenza alimentare e nutrizionale umanitaria immediata per i paesi più vulnerabili e 5 miliardi di euro da investire in sistemi alimentari sostenibili a medio e lungo termine.  

Con il contributo aggiuntivo di 45 milioni di euro la Commissione europea attraverso l’UNFPA, l’agenzia delle Nazioni Unite per la salute sessuale e riproduttiva, attiva in circa 150 Paesi, aiuterà a salvare e migliorare vite fornendo contraccettivi moderni e medicinali salvavita per la salute materna alle donne e agli adolescenti che ne hanno più bisogno.  

LEGGI ANCHE:  Green Deal europeo: si parte con il pacchetto "Pronti per il 55%".

All’inizio di questa settimana, la Commissione europea ha annunciato, inoltre, un nuovo impegno record di 715 milioni di euro al Fondo globale per il periodo 2023-2025 alla settima conferenza di rifornimento del Fondo a New York. 

Confermato dalla Presidente von der Leyen, inoltre, un investimento di 7 miliardi di euro per la protezione della biodiversità nel mondo. Tra le iniziative più significative NaturAfrica, a sostegno dei Paesi partner in Africa per combinare la conservazione della natura con lo sviluppo socioeconomico e il contributo dell’UE all’iniziativa Great Green Wall guidata dall’Unione africana. Attraverso il progetto Regreening Africa, inoltre, l’UE sostiene il ripristino della terra su un milione di ettari, a beneficio di 500.000 famiglie in Mali, Niger, Senegal, Ghana, Etiopia, Kenya, Somalia e Ruanda.

LEGGI ANCHE:  Supporto militare all'Ucraina, Pedicini: "Invio armamenti senza distinzioni di sorta".