“Esteem”. Il progetto internazionale per favorire la presenza delle donne nell’artigianato.

L’artigianato rappresenta un settore di grande importanza per l’economia che sta conoscendo in questi ultimi anni una riscoperta da parte di nuovi imprenditori qualificati. Le sue potenzialità, tuttavia, non sono totalmente esplorate a causa di un evidente gap di genere che relega le donne a un ruolo secondario nell’artigianato. Accanto a ciò vi è una scarsa considerazione generale del settore che si riflette sullo stesso lavoro degli operatori e sulla percezione che essi hanno del loro ruolo.

Il progetto internazionale ESTEEM – Enhance and Stimulate Trust while Exploring new forms of Entrepreneurship Modules” nato dalla collaborazione tra organizzazioni provenienti da Italia, Francia, Spagna e Portogallo, fra cui l’organizzazione sarda TDM 2000 International, intende contrastare questo stato di cose. Attraverso un ciclo di attività, della durata di 27 mesi, il progetto ESTEEM coinvolgerà imprenditrici o aspiranti tali, organizzazioni di categoria, stakeholders, associazioni del terzo settore.

LEGGI ANCHE:  La pseudoscienza della Giunta Solinas: "Pesca dei ricci tutto l'anno".

Obiettivi degli interventi saranno lo studio dei fattori che influenzano il profilo di un imprenditore; Sostenere i manager  nel miglioramento delle proprie competenze e nell’acquisizione di una maggiore sicurezza; incoraggiare la collaborazione e gli scambi tra manager; favorire l’ingresso di nuovi soggetti nel mondo dell’imprenditoria.

Il progetto ESTEEM è realizzato nell’ambito del programma Erasmus Plus e coinvolge le organizzazioni CMA 69, Francia; TDM 2000 International, Italia; APECVA, Spagna; ISCTE, Portogallo.