Due giorni di spettacolo con la ‘Festa Mobile’.

Due giorni di spettacolo, poesia, installazioni e performance multidisciplinari con artigiani e artisti per raccontare la Cagliari che non c’è più. Questa in sintesi la formula della ‘Festa Mobile’ dell’Associazione la Carovana SMI, in programma il prossimo fine settimana.

La manifestazione, organizzata in collaborazione con Il CrogiuoloTeatro AlkestisAntas Teatro, e i musicisti Valentina Esu e Luca Marcia, si inserisce nel progetto pluriennale L’Accademia del Tempo Osservatorio della Contemporaneità.

Sabato 19 novembre, si parte alle 17,30 con la Fiera via.n.Dante: nella Stazione di transito di via Dante 60, quella che dal 2018 è la casa di Carovana SMI, sono in programma installazioni performative di artisti e artigiani ucraini, afgani, africani, italiani. Musica, pittura su vetro, creazione di miniature a tema religioso sono alcune delle attività proposte per conoscere meglio chi vive il quartiere e discutere dell’opportunità di personalizzare insieme il progetto della “Nuova via Dante” del Comune.

LEGGI ANCHE:  La Città di Cagliari ai tempi del colera raccontata nel fumetto “Bartolomeo Salazar – L’ultimo medico della peste”.

A seguire ci si sposterà nel vicino Teatro Alkestis di via Antioco Loru 31 dove alle 20,30 è in programma lo spettacolo Cagliari, Storie di vita e di lavoro, della compagnia teatrale Il Crogiuolo, scritto e ideato da Rita Atzeri. I negozi di Cagliari hanno disegnato il volto e la rete di relazioni cittadine per 150 anni, dalla fine dell’800 fino agli anni 80/90 del ‘900. Lo spettacolo racconta la città che cambia attraverso la storia di protagonisti non minori del centro urbano, i commercianti: tra questi, sarà evocata la memoria delle botteghe storiche delle famiglie Cilloco, Cao e Bolla. In scena Isella OrchisCesare Saliu e Gisella Vacca, al pianoforte Renato Muggiri.

LEGGI ANCHE:  Teatro Lirico: Carla Moreni presenta Manon Lescaut di Giacomo Puccini.

Domenica 20 novembre, sempre alle 17,30, il primo appuntamento è alla Stazione di transito con un Aperitivo con poesie dal mondo e Jam multidisciplinare, un momento di condivisione in cui si misceleranno diverse esperienze culturali e linguaggi musicali differenti, con gli artisti di Carovana SMI, Raimonda Mercurio, Stefano Farris e Luca Marcia.

Alle 20 si prosegue nel teatro Alkestis con Àura. Atti poetici in luogo pubblico, una produzione Antas Teatro. Azioni poetiche prese in prestito da Chandra Livia Candiani, Mariangela Gualtieri, Andrea Melis e altri. Di e con Raimonda Mercurio, regia di Stefano Farris. Alle 21, sempre all’Alkestis, Luca Marcia presenta Discrepantia, l’ultimo album del suo gruppo, i Malignis Cauponibus. Il progetto discografico della band ha come filo conduttore un immaginario viaggio in macchina lungo la Sulcitana, nel sud della Sardegna.

LEGGI ANCHE:  Gli eventi della Sartiglia ai tempi del Covid.