Donazione di sangue: la generosità di dieci giovani sardi.

Donare il sangue è un’occasione per dare una mano a chi, ogni giorno, ha bisogno di emocomponenti e che, per affrontare delle cure, deve sottoporsi a una trasfusione. E anche per le persone talassemiche, per i pazienti che devono affrontare un intervento chirurgico. 

Un gesto di solidarietà e generosità che, nei giorni scorsi, hanno voluto compiere 10 studenti dell’Istituto tecnico industriale “G. M. Angioy” di Sassari. Studenti, ricordano dall’Aou Sassari, non nuovi a questo tipo di donazioni.  In tanti a inizio anno scolastico avevano donato il loro sangue durante l’appuntamento con l’autoemoteca dell’Avis, nell’ambito del progetto “A scuola con l’Avis“.

“Si tratta di un gesto importante – ha sottolineato Francesco alla sua prima donazione – perché nella nostra Isola c’è davvero tanto bisogno di sangue. Io ho deciso anche di iscrivermi al registro regionale dei donatori di midollo osseo”.

LEGGI ANCHE:  Tursport: L’Isola del turismo sportivo.

Il sangue,spiegano dall’Aou, può essere donato dai 18 ai 65 anni, sino ai 70 se si è donatore abituale. Gli uomini possono donarlo sino a quattro volte l’anno mentre le donne, se in età fertile, due volte l’anno. Le donne in età menopausale possono donare il sangue sino a quattro volte l’anno.