Giovani: 35.000 pass ferroviari gratuiti per scoprire l’Europa.

Il prossimo 11 ottobre si apriranno i termini per la partecipazione al nuovo bando DiscoverEU. Per la seconda volta quest’anno, 35.000 giovani riceveranno un pass ferroviario per esplorare l’Europa e la sua ricca cultura.

Il bando è aperto ai candidati dei Paesi partecipanti al programma Erasmus+, tra cui l’Islanda, il Liechtenstein, la Macedonia del Nord, la Norvegia, la Serbia e la Turchia. Per tentare di vincere uno dei pass in palio, i giovani possono candidarsi sul Portale europeo per i giovani, dove dovranno rispondere a cinque domande a scelta multipla e a una domanda di spareggio.

Per la seconda volta quest’anno – spiega la Commissaria per l’Innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, Mariya Gabriel, DiscoverEU offrirà un’esperienza arricchente a 35.000 giovani, permettendo loro di viaggiare per il continente, scoprire nuove culture, costruire nuove amicizie. Promuovere gli scambi culturali attraverso viaggi sostenibili è oggi più attuale che mai”.

I candidati nati tra il 1° gennaio 2004 e il 31 dicembre 2004 che avranno superato il quiz di selezione potranno viaggiare in Europa per un massimo di 30 giorni nel periodo compreso tra il 1° marzo 2023 e il 29 febbraio 2024. Chi compirà 18 anni nella prima metà del prossimo anno potrà candidarsi a marzo 2023.

LEGGI ANCHE:  Conferenza sul futuro dell'Europa, ID: "Mancanza di trasparenza".

Con questa seconda tornata, grazie all’aumento del budget nel quadro dell’Anno europeo dei giovani, i pass ferroviari messi in palio nel 2022 saranno in totale di 70.000. I vincitori continueranno inoltre a beneficiare di una tessera che darà loro accesso a oltre 40.000 possibilità di sconto su trasporti pubblici, attività culturali, alloggio, ristorazione, attività sportive e altri servizi disponibili nei Paesi aderenti. Sarà possibile anche partecipare agli incontri DiscoverEU, un’iniziativa nata nell’estate 2022 che consiste in eventi culturali della durata massima di tre giorni organizzati in tutti i paesi Erasmus+.