Dispersione scolastica, Bianchi: “1,5 miliardi da PNRR”.

“In questi giorni ho firmato la prima tranche di risorse del Piano contro la dispersione scolastica e per il superamento dei divari territoriali che andrà avanti fino al 2026. Abbiamo 1,5 miliardi a disposizione. I primi 500 milioni serviranno a finanziare progetti in 3.198 scuole con studentesse e studenti nella fascia 12-18 anni. Sono risorse che assegniamo direttamente alle istituzioni scolastiche, sulla base di precisi indicatori relativi alla dispersione e al contesto socio-economico”, ha spiegato recentemente il ministro Patrizio Bianchi.

Un piano che si articolerà in tre diverse azioni: “La prima, che prevede uno stanziamento di 500 milioni, per interventi nella fascia di età compresa tra i 12 e i 18 anni, la seconda dedicata a favorire l’acquisizione di un diploma da parte dei giovani tra i 18 e i 24 anni che hanno abbandonato la scuola, la terza indirizzata a progetti per il potenziamento delle competenze di base e a progetti nazionali nelle aree più periferiche e fragili delle città e del Paese”, ha concluso Bianchi.

LEGGI ANCHE:  La Dad non frena il Polo universitario penitenziario dell’Università di Sassari.

Dalla prima trance da 500 milioni contro la dispersione scolastica alla Sardegna arriveranno circa 16.253.251,95 euro.