Diritto allo studio: approvati i criteri per borse di studio e libri di testo.

Approvati (finalmente) i criteri e le modalità per l’erogazione delle borse di studio per l’acquisto di libri di testo, di soluzioni per la mobilità e il trasporto nonché per l’accesso a beni e servizi di natura culturale a favore degli studenti residenti in Sardegna iscritti agli istituti della scuola secondaria di secondo grado, statali e paritarie.

Il Ministero dell’Istruzione ha ripartito tra le Regioni i fondi per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo, rivolti agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado per l’anno scolastico 2022/2023. In favore della Regione Sardegna sono stati destinati fondi per un importo complessivo pari a euro 4 milioni e 150 mila euro, di cui 3 milioni e 84 mila euro  in favore degli studenti in obbligo scolastico ed 1 milione e 65 mila euro in favore degli studenti dell’ultimo triennio della scuola secondaria di secondo grado. Il limite massimo dei fondi a disposizione in misura uguale tra i beneficiari, indipendentemente dalla scuola frequentata, sarà di 200 euro. I Comuni potranno stanziare propri fondi aggiuntivi, fermo restando il limite massimo.

LEGGI ANCHE:  Estate 2023: approvata la disciplina per il demanio marittimo.

La Regione trasferirà i fondi ai Comuni della Sardegna, affinché procedano all’erogazione dei contributi in favore degli studenti, in possesso dei requisiti di accesso, che presenteranno apposita istanza al proprio Comune di residenza.

Inoltre nel Bilancio regionale 2022 sono state stanziate risorse per un importo pari a 3 milioni e 300 mila euro, salvo eventuali incrementi che dovessero essere decisi in sede di assestamento del bilancio, finalizzate al finanziamento delle Borse di studio, da destinare agli studenti appartenenti a famiglie svantaggiate che hanno frequentato le scuole pubbliche primarie e secondarie (di primo e secondo grado) nel corso dell’anno scolastico 2021/2022, in possesso dei requisiti di accesso, che presenteranno apposita istanza al proprio Comune di residenza.

LEGGI ANCHE:  Covid-19: nelle ultime 24 ore 827 positivi e 4 decessi.

L’importo delle risorse ministeriali per il rimborso libri di testo per gli studenti delle scuole secondarie è stato incrementato di circa il 41% rispetto allo scorso anno.

Per quel che riguarda l’accesso alla Borsa di studio regionale è stato confermato il limite dell’ISEE pari a euro 14.650 euro.

La Borsa di studio regionale, peraltro, non potrà, come di consueto, essere concessa agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che hanno beneficiato per l’anno scolastico 2021/2022 della Borsa di studio nazionale.

Foto di Elissa Capelle Vaughn da Pixabay