“Delibere inopportune”, la replica di Christian Solinas alla Todde: “Si documenti meglio”.

Non si è fatta attendere la replica di Christian Solinas alle dichiarazioni della nuova presidente della Regione, Alessandra Todde, intervenuta nel merito dello “speed up” delle oltre 145 delibere approvate negli ultimi giorni dalla Giunta regionale.

“Se vuole proprio parlare di richiami, salendo in cattedra, inviterei Alessandra Todde in primo luogo a documentarsi meglio prima di lanciare i suoi strali – risponde Christian Solinas -. Infatti, il centrosinistra nella scorsa legislatura con la Giunta Pigliaru non si limitò a deliberare 147 volte in due sedute precedenti alle elezioni del 24 febbraio 2019, ma si riunì addirittura dopo il voto ed una sonora sconfitta per altre due volte, il 5 e il 14 marzo, adottando ben 63 deliberazioni per un totale di 210 atti! Nessuno si stracciò le vesti. Occorrendo, però, potremmo farlo pure oggi e ricordare ogni singola delibera di allora. Sulla sconfitta della Giunta uscente la inviterei invece ad essere più prudente, non solo perché seppure verrà certificata la sua vittoria per qualche centinaio di voti sul candidato del centrodestra non deve dimenticare che il suo campo largo rappresenta nella realtà la minoranza dei sardi, distaccato come è di oltre 42.000 voti dal centrodestra. In una situazione di divaricazione così palese della società sarda sul voto, sarebbe più opportuna un po’ più di umiltà e di prudenza nelle affermazioni. A breve potrà dimostrarci tutta la sua competenza e la sua bravura nel reperire, programmare e spendere in modo virtuoso le risorse del suo ciclo di programmazione. Buon lavoro!”, conclude il presidente della Regione (ancora per poco), Christian Solinas.

LEGGI ANCHE:  Mobilità elettrica. Cagliari aderisce al programma della Regione Sardegna.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata