Cybersecurity, Gabrielli: “Formare i nostri giovani”.

Nel corso della due giorni dell’evento “CyberSec2023, il direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni, Ivano Gabrielli ha ricordato l’importanza della formazione e prevenzione dei rischi per i giovani nel cyberspazio. ”L’impegno della Polizia postale verso i giovani non riguarda soltanto la formazione ma anche la loro tutela, perseguita anche attraverso operazioni sotto copertura. Uno dei compiti più importanti del Corpo è la protezione degli utenti più vulnerabili, come i più giovani appunto, che devono essere adeguatamente informati sull’importanza di tutelare i propri dati sensibili, la propria immagine e la propria persona online. Non solo i giovani però sono vittime del web. C’è un grande bisogno di formazione, il 77% degli attacchi cyber deriva da una cattiva gestione degli asset. Si deve quindi prestare particolare attenzione alla formazione del personale della pubblica amministrazione, evitando promiscuità, e serve educare la popolazione generale sui temi relativi alle password, alle policy e agli accessi bancari”.

LEGGI ANCHE:  Giovani. Il 9% dei laureati comunitari sono impegnati in mobilità all'estero.