Covid, Lettonia. 4 settimane di lockdown.

Il Governo lettone, attraverso le parole del Primo ministro Krisjanis Karins, ha annunciato la reintroduzione del lockdown a partire dal 21 ottobre e fino al 15 novembre. Una misura dovuta alla luce della recrudescenza dei contagi registrata negli ultimi tempi nel Paese baltico, che, con il 54% di adulti vaccinati, si configura ben al di sotto della media europea, attualmente al 74%.

Una nuova mazzata per le aziende lettoni e per le persone vaccinate, come ricordato da Karins annunciando la chiusura dei negozi, scuole, attività di intrattenimento, ristoranti e il coprifuoco dalle 8 di sera alle 5 del mattino: “Il nostro sistema sanitario è in pericolo. L’unica via per uscire dalla crisi – ha concluso il Primo ministro – e vaccinarsi”.

LEGGI ANCHE:  Lo SCIP riporta 12 latitanti in Italia.

Secondo la BNS – Baltic News Service – , i nuovi casi in Lettonia sono aumentati del 49% nell’ultima settimana e sono state cancellate la maggior parte delle operazioni ospedaliere pianificate. Secondo altre fonti, il Paese ha riportato il secondo peggior numero di infezioni nell’UE, dopo la vicina Lituania, nelle due settimane fino al 10 ottobre, con 864 nuovi casi ogni 10.000 persone.

Riga, foto Makalu from Pixabay