Covid e regole ministeriali, Paolo Truzzu: “Così rischiamo di fermare l’Italia”.

“Con queste regole rischiamo di fermare l’Italia”. E’ questo il commento impietoso del primo cittadino di Cagliari Paolo Truzzu, intervenuto oggi in merito al sistema di gestione della pandemia ‘ordito’ dall’Esecutivo Draghi.

“Sono bersagliato da mail e messaggi di persone che chiedono lumi su come comportarsi. Le regole sono cervellotiche e la vita di famiglie, scuole, uffici e imprese è complicatissima – ha dichiarato il sindaco di Cagliari -. L’impatto del virus è nettamente cambiato, lo dicono i dati e gli esperti. I numeri in nostro possesso sono chiari: nell’ondata estiva la percentuale dei ricoveri sui positivi era al 5%, oggi siamo all’uno per cento. Dobbiamo utilizzare criteri differenti perché la vita deve andare avanti. Le regole oggi presenti – conclude Truzzu – erano utili per affrontare l’impatto della variante Delta, ma sono inutili per affrontare la Omicron”.

LEGGI ANCHE:  Coronavirus, Truzzu: "Non recatevi agli sportelli comunali".

foto Sardegnagol riproduzione riservata