Continuità territoriale aerea, tornano i collegamenti in convenzione per Torino e Bologna.

La Regione, stando all’ultima delibera approvata ieri dalla Giunta regionale, traccia le linee guida del nuovo regime di continuità territoriale, che partirà al termine dei 7 mesi di affidamento straordinario in vigore dal 16 ottobre.

“Riconquistiamo alcuni dei diritti fondamentali dei Sardi – ha dichiarato nell’occasione il Presidente della Regione, Christian Solinas -. Dopo molti anni, viene reintrodotta, per le destinazioni di Torino e Bologna, da e verso alcuni aeroporti sardi, la cosiddetta Continuità territoriale minore. Il nuovo progetto, prosegue il Presidente, anche in considerazione dell’incertezza dell’evolversi della Pandemia da Covid-19, avrà un orizzonte temporale di due anni, nel corso del quale proseguirà un attento monitoraggio della domanda e dell’offerta commerciale, prestando particolare attenzione al meccanismo di formazione dei prezzi dei biglietti aerei.

LEGGI ANCHE:  Quartu Sant'Elena. Inaugurato il nuovo centro per l'impiego.

In particolare, infatti, tra le rotte da assoggettare ad OSP (Oneri di Servizio Pubblico), il nuovo schema include, oltre ai collegamenti dai tre aeroporti sardi di Cagliari, Alghero e Olbia verso le rotte storiche di Roma Fiumicino, Milano Linate, anche il collegamento Alghero-Bologna, Cagliari-Bologna nonché il collegamento Cagliari –Torino.

Con riferimento alle condizioni tariffarie, riportate al lordo dell’IVA e al netto delle tasse aeroportuali, la tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Roma Fiumicino è pari a euro 39,00; la tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Milano Linate e Bologna è pari a euro 47,00; la tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Torino è pari a euro 60.

LEGGI ANCHE:  Un mondo senza plastica: premiati 7 comuni sardi.

Saranno equiparati ai residenti in Sardegna i disabili, gli studenti universitari fino al compimento del 27° anno, i giovani dai 2 ai 21 anni e gli anziani al di sopra dei 70 anni, mentre i bambini al di sotto dei 2 anni voleranno gratuitamente.

“Viene introdotta almeno parzialmente la tariffa unica – fa notare l’assessore ai Trasporti Giorgio Todde -. Sono passeggeri equiparati ai residenti, per la sola stagione IATA Winter, anche i non residenti che viaggiano sulle rotte onerate per motivi di lavoro, mentre la tariffa è libera per i non residenti che viaggiano per diverse motivazioni. Nella stagione IATA Summer la tariffa è libera per tutti i passeggeri non residenti in Sardegna”.

LEGGI ANCHE:  Voli da e per Alghero: offerte da AeroItalia e Ita Airways.

I voli si concentreranno principalmente nelle fasce della mattina (indicativamente 7:00 – 9:00) e quella serale (18:30 – 22:30) al fine di consentire ai passeggeri residenti, e non residenti, un viaggio di andata e di ritorno in giornata.