Consiglio dei ministri: impugnate le leggi regionali 6 e 9.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha deliberato l’impugnazione della legge della Regione Sardegna n. 6 dell’11 aprile 2022 “Sostegno e promozione della coltivazione e della filiera della canapa industriale”, in quanto talune disposizioni eccedono dalle competenze attribuite alla Regione Sardegna dallo Statuto di autonomia in materia di ordine pubblico e sicurezza e tutela della salute, violando l’articolo 117, secondo comma, lettera h), e terzo comma, della Costituzione, nonché l’art. 81, terzo comma, relativamente alla copertura finanziaria.

Stessa sorte anche per la legge della Regione Sardegna n. 9 dell’11 aprile 2022 “Interventi vari in materia di enti locali della Sardegna. Modifiche alla legge regionale n. 4 del 2012 e alla legge regionale n. 3 del 2009”, poiché, secondo il Consiglio dei Ministri, la legge prevede norme in contrasto con la normativa statale in materia di ordinamento civile e di ordinamento degli enti locali, eccedendo, altresì, dalle competenze attribuite alla Regione Sardegna dallo Statuto di autonomia, violando gli articoli 3, 51, primo comma, 97 e 117, secondo comma, lettere l) e p), della Costituzione, nonché i principi generali dell’ordinamento giuridico della Repubblica.

LEGGI ANCHE:  Ciclovie Sardegna, definiti i primi due lotti.

Via libera, invece, per la legge regionale n. 8 dell’11 aprile 2022 “Aiuti all’Associazione allevatori della Regione Sardegna (AARS)”.

foto Governo.it licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT