Conferenza di Estoril, Roberta Metsola: “Il mondo ha bisogno dell’Europa”.

A Lisbona, nel corso della Conferenza di Estoril, la Presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola ha fatto il punto sulle sfide globali che stanno interessando l’Unione europea. “Sono orgogliosa della risposta dell’Europa. Abbiamo sostenuto l’Ucraina, abbiamo fornito aiuti militari, sostegno politico e diplomatico, abbiamo accolto milioni di persone in fuga e abbiamo fornito finanziamenti senza precedenti. La mossa politica più significativa che abbiamo compiuto è stata concedere all’Ucraina lo status di Paese candidato all’UE. Perché l’Ucraina ha bisogno di speranza. L’Ucraina sta lottando per l’Europa e non la abbandoneremo”.

Per quanto riguarda le azioni volte a contrastare l’inflazione, la presidente ha dichiarato che “l’Europa deve reagire per far fronte a questa sfida. Che si tratti di affrontare l’aumento del costo della vita, i prezzi dell’energia elettrica, il cambiamento climatico, la difesa, la sicurezza alimentare. L’unica via per andare avanti è restando uniti. E vi sono decisioni che possiamo prendere adesso per limitare l’impatto: porre un tetto alle bollette, adeguare i nostri sistemi di fissazione dei prezzi o disaccoppiare il prezzo dell’energia elettrica dal gas per compensare la pressione immediata mentre attuiamo strategie a lungo termine. Se mai c’è stato un momento per “più Europa”, è qui ed ora”.

LEGGI ANCHE:  Giovani giornalisti: il nuovo programma del Parlamento europeo.

A seguito delle conclusioni della Conferenza sul futuro dell’Europa – esperimento decisamente fallimentare -, il prossimo passo dovrebbe essere una Convenzione. Si tratta di “garantire che il discorso prosegua, per lasciare l’Europa pronta per la prossima generazione. Non possiamo rischiare di restare indietro perché sarebbe troppo oneroso sfidare la nostra burocrazia o lasciare che prevalgano interessi particolari. L’ultima importante riforma ha avuto luogo una generazione fa. Sappiamo che ciò che una volta funzionava per l’UE a 15 può funzionare al limite per l’UE a 27 ma non potrà funzionare per un’UE a 32 o a 36. È arrivato il momento”.

foto Copyright: European Union