Clima: per la Youth4Climate in arrivo centotrenta giovani da tutto il mondo.

Dal 17 al 19 ottobre Roma ospiterà l’evento “Youth4Climate: Sparking Solutions 2023”. Al meeting sui cambiamenti climatici sono attesi nella Capitale centotrenta giovani under 30 provenienti da sessantatré Paesi, che si confronteranno con istituzionali nazionali e internazionali sull’azione per il clima: dalla Tanzania al Pakistan, dalla Cina alle isole Fiji, dal Messico all’Ucraina. E anche il Colosseo si illuminerà con il logo dell’iniziativa, che si celebra a poche settimane dall’avvio della Cop28 di Dubai.

“Sarà una grande occasione di confronto e ascolto con lo sguardo rivolto alla Cop28 negli Emirati Arabi, dove porteremo la voglia sana dei giovani di incidere nella sfida cruciale dei cambiamenti climatici: non solo protesta, ma impegno e proposta”, ha dichiarato il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto.

LEGGI ANCHE:  Mercato immobiliare nel Cagliaritano: cresce la ricerca di case più grandi, l’area urbana prevale sulla città.

Giunta alla seconda edizione, ancora, l’evento mira a selezionare e premiare i migliori progetti presentati dai giovani di tutto il mondo per affrontare la crisi climatica, promuovendo un dialogo concreto tra giovani e attori internazionali.

“Come Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite – spiega il responsabile del Centro UNDP di Roma Agostino Inguscio – sottolineiamo l’importanza del supporto strategico che l’Italia sta dando ai giovani nel diventare attori protagonisti nel contrasto al cambiamento climatico. L’iniziativa Youth4Climate – aggiunge – è un esempio da seguire per l’inclusione delle nuove generazioni in una nuova economia verde, fondamentale per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo di Parigi”.

L’evento si articola in tre giorni di lavori: i primi due a Palazzo Rospigliosi, l’ultimo nella Casina di Macchia Madama. Nella prima giornata verranno presentati i progetti selezionati tra i 1143 proposti a seguito del bando lanciato lo scorso settembre a New York e articolato in quattro sezioni: sostenibilità urbana, energia, alimentazione e agricoltura, educazione. Tra i partecipanti alla prima giornata, oltre ai giovani speaker e moderatori, l’Inviato speciale italiano per il Cambiamento Climatico Francesco Corvaro.

LEGGI ANCHE:  Giovani. 18app, Sangiuliano: “Bene nuovi sviluppi inchieste su truffe".

La seconda giornata sarà invece dedicata a dibattiti e sessioni mirate per incoraggiare i giovani ad essere agenti attivi del cambiamento: la sessione plenaria iniziale vedrà la partecipazione del Ministro Gilberto Pichetto, dell’Amministratore dell‘UNDP Achim Steiner, del Segretario esecutivo della Convenzione quadro ONU sui cambiamenti climatici Simon Stiell e di Shamma Al Mazrui, la “COP28 Youth Climate Champion” che rappresenta i giovani della Presidenza emiratina. I lavori culmineranno con l’accensione serale del Colosseo con il logo di Youth4Climate.

Nel terzo e ultimo giorno, il ministro Pichetto premierà i progetti vincitori, con la partecipazione del Vicepremier e Ministro degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale Antonio Tajani, oltre che di altri ospiti internazionali. Verranno inoltre individuati i temi per il prossimo bando di finanziamento.

LEGGI ANCHE:  NextGenerationEU: la Commissione riceve dall'Italia la terza richiesta di pagamento.

foto Liam Gumley, Space Science and Engineering Center, University of Wisconsin-Madison