Click day, Francesco Agus: “Regione commissariata è vergogna per tutte le istituzioni”.

La Regione Sardegna, dopo essersi confermata inadempiente verso le disposizioni imposte dal Tar Sardegna sul cosiddetto ‘Click day’, indetto dall’Assessorato regionale al Turismo per l’erogazione di contributi per le manifestazioni culturali e di spettacolo, è stata commissariata. Da qui la nomina da parte del Prefetto di Cagliari, Gianfranco Tomao, della commissaria ad acta per il disbrigo delle pratiche decise in merito al bando regionale da parte dei giudici amministrativi di primo grado.

Una débâcle istituzionale (per non chiamarla figuraccia, eufemisticamente parlando), rimarcata oggi dal consigliere regionale dei Progressisti, Francesco Agus: “In una situazione normale, un assessore regionale commissariato per inerzia dovrebbe presentare le proprie dimissioni e il presidente della Regione dovrebbe accettarle immediatamente. Ieri l’epilogo, con l’ennesima decisione dei giudici sull’argomento sfavorevole alle scelte chiaramente illegittime portate avanti in questi mesi. Crediamo sia una vergogna per la Giunta regionale e – prosegue l’esponente della minoranza -. A pagare sono ancora una volta lavoratrici e lavoratori di un settore che lo stesso assessore utilizza quando fa comodo per promuovere la Sardegna. La giornata è lunga, aspettiamo la lettera dell’assessore sul tavolo del presidente. Sarebbe un gesto di coerenza, per chi crede nella politica: l’unico a fronte di mesi passati a fare il pesce in barile”.

LEGGI ANCHE:  Zona rossa, Fratelli d'Italia al Governo: “Basta dispetti politici".

foto Sardegnagol, riproduzione riservata