Cagliari. Altri 7 denunciati per il raid al gazebo della Lega.

Continuano le indagini della Sezione Antiterrorismo della DIGOS di Cagliari che ieri hanno portato ad altre sette denunce per i fatti verificatisi lo scorso martedì 20 luglio in occasione  della raccolta firme per la campagna referendaria sulla Giustizia organizzata dal partito della Lega.

Come si ricorderà, nel corso di quella serata un gruppo di persone, composto da più di 20 soggetti, riconducibili ai gruppi di anarchici e antagonisti, dopo aver proclamato attraverso dei megafoni il loro dissenso verso la campagna propagandistica, si erano scagliati contro il gazebo, aggredendo da prima i militanti lì presenti per poi distruggerlo completamente.

Le indagini hanno portato da subito all’identificazione di sette soggetti (uomini e donne di età compresa tra i 20 e i 60 anni) ai quali sono stati contestati i reati di danneggiamento aggravato, lesioni personali, violenza privata, istigazione a delinquere e attentato contro i diritti politici del cittadino.

LEGGI ANCHE:  Lampis: "Giusta la scelta di chiudere le spiagge"