Assistenza a terra. Sì agli aiuti di Stato dall’Esecutivo von der Leyen.

La misura a sostegno dei prestatori di servizi di assistenza a terra negli aeroporti sardi è in linea con le norme sugli aiuti UE. Lo ha chiarito oggi la Commissione Europea intervenendo sulla misura di sostegno per complessivi 475mila euro per i prestatori di servizi di assistenza negli aeroporti dell’Isola.

Nella motivazione, per l’Esecutivo von der Leyen, i prestatori di servizi di assistenza a terra svolgono un ruolo cruciale nel settore dell’aviazione, che a sua volta è fondamentale per la connettività regionale nella Regione Autonoma della Sardegna: “Questa misura – spiegano – mira a risarcirli per i danni subiti nel periodo compreso tra il 1° marzo e il 30 giugno 2020 a causa della pandemia di coronavirus e delle restrizioni di viaggio imposte per limitare la diffusione del virus. 

LEGGI ANCHE:  Aiuti di Stato, Commissione: 175 milioni a sostegno delle imprese dei settori del turismo e delle cure termali.

Il sostegno pubblico, alla luce della “green light” della Commissione, assumerà la forma di sovvenzioni dirette .

In particolare, la Commissione ha valutato la misura ai sensi dell’articolo 107, paragrafo 2, lettera b) , del TFUE, che le consente di approvare misure di aiuto di Stato concesse dagli Stati membri per risarcire imprese o settori specifici per i danni direttamente causati da eventi eccezionali, come l’epidemia di coronavirus. Ha inoltre rilevato che la misura è proporzionata, in quanto il risarcimento non eccede quanto necessario per risarcire il danno.