Alcol: aumentano i consumatori under18.

Cresce il consumo di alcol fra i giovanissimi in Italia. Una nazione di “giovani ubriaconi” come ricordato dal rapporto giovani e alcol dell’Ona (Osservatorio nazionale alcol) dell’Istituto superiore di sanità. Circa 1 milione e 370 mila ragazzi di età compresa tra 11 e 25 anni ha, infatti, bevuto alcolici secondo modalità a rischio per la salute nel 2021. In questa fascia d’età, il 18,6% dei maschi e il 12,8% delle femmine sono risultati essere consumatori a rischio.

620mila, in particolare, i minori tra 11 e 17 anni – che risultano aver bevuto alcolici e rientrano tra i “consumatori a rischio che avrebbero richiesto e richiedono un’identificazione e un intervento di counseling motivazionale, rivolto all’incremento della consapevolezza del rischio e dei danni causati dall’alcol”.

LEGGI ANCHE:  Cagliari: aggrediscono un gruppo di universitari. Arrestati due giovanissimi.

Dati ai quali si sommano le indagini sul binge drinking, che ha interessato nel 2021 l’11,4% dei maschi e il 6,4% delle femmine di 11-25 anni.

Tra gli under 18 ha sperimentato il binge drinking il 2,3% dei maschi e l’1,8% delle femmine. Tra i 18-20enni, il 72,3% dei maschi e il 62,2% delle femmine consuma bevande alcoliche, 300.000 bevono secondo modalità a rischio, 279.000 si ubriacano.

Tra i 21-25enni circa 450.000 sono consumatori a rischio, il 19,9% dei maschi e il 10,9% delle femmine, 424.000 quelli che si ubriacano.