Aiuti di Stato. La Corsair sotto la lente d’ingrandimento della Commissione UE.

La Commissione europea ha avviato un’indagine approfondita per determinare se le modifiche che la Francia intende apportare al piano di ristrutturazione di Corsair siano conformi alle norme UE sugli aiuti di Stato.

Il piano di ristrutturazione della compagnia aerea francese è stato inizialmente approvato dalla Commissione nel dicembre 2020 e consisteva, in particolare, in 2 misure a favore di Corsair: un aiuto alla ristrutturazione di 106,7 milioni di euro, concesso ai sensi degli Orientamenti sugli aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione, e la compensazione di 30,2 milioni di euro, concessa per risarcire i danni subiti a causa delle misure di emergenza messo in atto dai governi nel contesto della pandemia di coronavirus, per il periodo dal 17 marzo al 30 giugno 2020.

LEGGI ANCHE:  Nutri-score, Regimenti: "Sistema che crea pregiudizio"

Nel settembre 2023 la Francia ha informato la Commissione del suo progetto di modificare il piano di ristrutturazione di Corsair al fine di consentire alla compagnia aerea di riorientare le proprie attività e adattarsi al nuovo contesto economico. La Francia ha sostenuto che il piano aziendale alla base del piano di ristrutturazione 2020 di Corsair si basava su ipotesi non confermate e che eventi esterni imprevedibili ed eccezionali avevano avuto un impatto particolarmente negativo su Corsair. Nel dicembre 2023 la Francia ha presentato modifiche dettagliate al piano di ristrutturazione, che comprendono, tra l’altro, adeguamenti agli strumenti di finanziamento esistenti e ulteriori incentivi fiscali.   

LEGGI ANCHE:  Aiuti di Stato, Commissione: 175 milioni a sostegno delle imprese dei settori del turismo e delle cure termali.

In questa fase, sulla base della sua valutazione preliminare, la Commissione deve effettuare un’ulteriore valutazione per determinare se il piano di ristrutturazione rivisto è compatibile con le norme UE sugli aiuti di Stato. Per questo motivo ha deciso di aprire un’indagine approfondita al fine di valutare, in particolare, se:i contributi propri di Corsair o del mercato ai costi di ristrutturazione siano sufficienti, reali, effettivi ed esenti da qualsiasi aiuto e se il sostegno alla ristrutturazione sia proporzionato.

Ancora la Commissione proverà a confermare, o meno, se il piano di ristrutturazione può ripristinare la redditività a lungo termine di Corsair senza aiuti di Stato aggiuntivi o permanenti, entro un arco di tempo ragionevole e se siano state adottate misure adeguate per limitare le distorsioni della concorrenza create dagli aiuti alla ristrutturazione nel mercato interno dei servizi di trasporto aereo;

LEGGI ANCHE:  Assistenza a terra. Sì agli aiuti di Stato dall'Esecutivo von der Leyen.

Corsair è una compagnia aerea francese con sede all’aeroporto di Parigi-Orly e iscritta al registro del commercio e delle imprese di Pointe-à-Pitre, Guadalupa. Alla fine di dicembre 2023, Corsair disponeva di una flotta di nove aerei che servivano principalmente le regioni ultraperiferiche francesi dei Caraibi (Martinica, Guadalupa) e dell’Africa (Riunione, Mayotte).