Air Italy. La Ministra De Micheli convoca le regioni Sardegna, Lombardia e i sindacati.

Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ha convocato per giovedì 20 febbraio i Sindacati, la regione Sardegna e la regione Lombardia sulla vicenda Air Italy. La Ministra Paola De Micheli, nella giornata di oggi, ha inoltre scritto ai liquidatori per formalizzare l’urgente richiesta di cambio della procedura, dal momento che la liquidazione danneggia pesantemente i lavoratori e la possibilità di garantire il trasporto aereo sulla Sardegna.

“Lo scorso novembre – ha dichiarato la Ministra – ho ricevuto il presidente della Regione e gli assessori facendo presente che la politica promossa dalla Regione non poteva essere accolta in Europa. Ma la Sardegna ha deciso di andare avanti lo stesso”.

Nei giorni scorsi la De Micheli aveva convocato i Commissari liquidatori della Società Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro. Durante l’incontro, che ha visto la partecipazione della Sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde, e il Presidente di Enac, Nicola Zaccheo, il Governo ha ribadito ai liquidatori della compagnia Air Italy la sua forte irritazione per le modalità di gestione della vicenda e il mancato coinvolgimento delle istituzioni.

Ai rappresentanti dell’azienda è stata avanzata la richiesta di esplorare percorsi alternativi alla liquidazione in bonis in grado di garantire le maggiori tutele possibili ai lavoratori, oltre alla continuità dei voli. Sono state formulate proposte volte a evitare ulteriori difficoltà ai passeggeri e in particolar modo al traffico aereo sulla Sardegna, considerate anche le vigenti garanzie di continuità territoriale.

I liquidatori dal canto loro hanno confermato l’intenzione dei soci di Air Italy di rispettare gli impegni assunti con tutti i fornitori.

Sempre per la prossima settimana sono in fase di preparazione incontri con la proprietà.

foto mise.gov.it

LEGGI ANCHE:  Trasporto aereo, Christian Solinas: "Anche Air Italy è una vertenza nazionale".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.