9,9 milioni gli occupati nei servizi di alloggio e ristorazione.

Nel 2021, nel settore dei servizi di alloggio e ristorazione dell’UE contavano 1,9 milioni di imprese , che rappresentano il 6,1% di tutte le imprese attive nell’economia aziendale. Il settore dei servizi di alloggio e ristorazione comprende le imprese che rientrano nella sezione I della classificazione statistica delle attività economiche nella Comunità Europea (NACE). 

Il settore dei servizi di alloggio e ristorazione dell’UE ha dato lavoro a 9,9 milioni di persone, ha generato 203,6 miliardi di euro di valore aggiunto e ha accumulato un fatturato netto di 446,0 miliardi di euro nel 2021. Il settore ha quindi contribuito con il 6,3% delle persone occupate nell’economia aziendale nel 2021 e ha rappresentato per il 2,2% del suo valore aggiunto.

LEGGI ANCHE:  Zona bianca, le disposizioni della nuova Ordinanza del Presidente Solinas. Coprifuoco dalle 23.30, ristoranti aperti fino alle 23".

Le attività dei servizi di alloggio e ristorazione hanno fornito contributi diversi al valore aggiunto dell’economia aziendale nei paesi dell’UE nel 2021. Il contributo più elevato è stato registrato in Grecia (6,5% del valore aggiunto nell’economia aziendale), seguita da Cipro (6,0%) e Croazia (5,4%). Le quote più basse sono state registrate in Slovacchia (0,8%), Repubblica Ceca (1%) e Polonia e Paesi Bassi (entrambi 1,2%).

In termini di occupazione, il contributo del settore all’economia aziendale è stato maggiore. Si va dal 19,6% in Grecia, 13,5% a Cipro e 9,5% in Spagna al 2,8% in Polonia, 3,3% in Slovacchia e 3,9% in Finlandia.

foto Rudy and Peter Skitterians da Pixabay.com

LEGGI ANCHE:  La 'solidarietà' degli americani: "Pronti ad addestrare i piloti ucraini degli F-16".