Arriva il Torino, Mazzarri: “Recuperare terreno”.

Si avvicina la nuova ‘finale’ del Cagliari di Mazzarri. Domani all’Unipol Domus contro il Torino servirà maggiore attenzione sulle due fasi, specialmente quella difensiva come ricordato dal tecnico rossoblù: “Dobbiamo migliorare a livello difensivo, su alcune situazioni-chiave, per non concedere nulla o quasi e riuscire così a sviluppare meglio il nostro gioco”.

“Il Cagliari – prosegue Mazzarri – deve recuperare terreno, la classifica è ancora deficitaria. Bisogna poi puntare a migliorare anche la fase offensiva perché la salvezza passa necessariamente da quello. E devo dire che al Bentegodi, così come contro Salernitana e Sassuolo, i presupposti erano stati creati pur mancando l’ultimo guizzo”.

Si respira fiducia verso il gruppo squadra nelle parole di Walter Mazzarri: “Abbiamo molti calciatori di livello e sta a ciascuno di loro dare tutto per portare il proprio mattoncino alla causa. Dal punto di vista tattico o tecnico – continua Mazzarri – i numeri lasciano il tempo che trovano, ciò che conta è la condizione atletica e mentale, a quel punto si possono oliare i meccanismi sfruttando anche la duttilità di determinati giocatori, indipendentemente che si giochi col doppio trequartista, la difesa a tre o a quattro, la mediana in linea o a rombo”.

LEGGI ANCHE:  Post partita, Leonardo Semplici: "Grande prestazione".

Sull’avversario di domani: “Il Torino per me rappresenta il ricordo di un’avventura molto bella, come tutte le cose è poi finita ma non si può dimenticare quello che abbiamo fatto insieme, penso alla stagione-record per la storia granata con 63 punti e l’approdo in Europa League. Ora però il presente si chiama Cagliari, c’è una sfida importantissima da vincere e voglio dare tutto me stesso per unirmi alla società, ai ragazzi, alla gente, così da vincerla”, ha concluso Mazzarri.

foto Cagliari Calcio