Ucraina: aiuti finanziari per 18 miliardi di euro.

Il Consiglio dell’UE ha raggiunto un accordo su un pacchetto legislativo che consentirà all’UE di fornire all’Ucraina un aiuto finanziario per tutto il 2023 pari a 18 miliardi di EUR. La proposta ora dovrà essere approvata dal Parlamento europeo la prossima settimana.

“L’Ucraina può contare sull’UE. Continueremo a sostenere l’Ucraina, anche finanziariamente, per tutto il tempo necessario e le norme che abbiamo adottato oggi fanno sì che l’Ucraina possa contare su un aiuto finanziario regolare da parte dell’UE per tutto il 2023” ha dichiarato Zbyněk Stanjura, ministro delle Finanze della Repubblica Ceca

Il pacchetto fornisce una soluzione strutturale per sostenere finanziariamente l’Ucraina nel 2023. L’importo che verrà prestato all’Ucraina nel 2023 sarà pari a 18 miliardi di EUR e i prestiti avranno un periodo di grazia di 10 anni. Gli Stati membri copriranno la maggior parte del costo degli interessi attraverso entrate con destinazione specifica esterne. Le garanzie per tale prestito saranno fornite o dal bilancio dell’UE o dagli Stati membri.

LEGGI ANCHE:  Cooperazione giovanile in Ucraina: online la piattaforma EFFY23.

L’obiettivo è fornire assistenza finanziaria a breve termine, finanziando le necessità immediate dell’Ucraina, il ripristino delle infrastrutture critiche e il sostegno iniziale alla ricostruzione postbellica sostenibile, al fine di sostenere l’Ucraina nel suo percorso verso l’integrazione europea.

Una parte del pacchetto legislativo, una modifica del regolamento finanziario, era già stata adottata dal Consiglio in formazione ECOFIN il 6 dicembre.

La guerra di aggressione non provocata e ingiustificata della Russia nei confronti dell’Ucraina, in corso dal 24 febbraio 2022, ha causato all’Ucraina la perdita di accesso al mercato e un drastico calo delle entrate pubbliche, mentre è notevolmente aumentata la spesa pubblica per far fronte alla situazione umanitaria e garantire la continuità dei servizi statali.

LEGGI ANCHE:  Jens Stoltenberg: "Russia sta organizzando operazioni 'false flag' in Ucraina".

Fra il 2014 e il 2022 l’UE ha sostenuto l’Ucraina attraverso vari strumenti, tra cui diverse operazioni consecutive di assistenza macrofinanziaria, per un importo che ha superato i 7 miliardi di EUR in prestiti e sovvenzioni.

L’accordo di associazione UE-Ucraina, entrato in vigore il 1º settembre 2017, avvicina maggiormente l’Ucraina all’UE. Oltre a promuovere l’approfondimento dei legami politici, il rafforzamento dei collegamenti economici e il rispetto dei valori comuni, l’accordo ha fornito un quadro per perseguire un ambizioso programma di riforme, incentrato sulla lotta alla corruzione, su un sistema giudiziario indipendente, sullo Stato di diritto e su un migliore contesto imprenditoriale. L’UE ha costantemente dimostrato il suo sostegno a queste riforme, che sono fondamentali per attrarre investimenti, aumentare la produttività e innalzare il tenore di vita a medio termine.

LEGGI ANCHE:  Il video russo per il reclutamento di collaborazionisti americani.

foto © Council of Europe