SS 131, Salaris: “Migliorare la sicurezza per svincolo Bonorva”

Uno dei tratti più rischiosi della SS 131, quello dello svincolo di Bonorva, sarà reso più sicuro, saranno eliminati gli incroci a raso grazie all’infrastruttura in fase di realizzazione, e allargata la carreggiata.

Per il consigliere regionale dei Riformatori Aldo Salaris questo rappresenta “un intervento che dovrà concretizzarsi quanto prima, troppe morti sulla strada” vista la pericolosità del tratto che va da Campeda all’ingresso di Bonorva.

Oltre che per avere dei chiarimenti e conoscere lo stato dei lavori di questa imponente opera, l’incontro è servito per proporre ad Anas una soluzione alle difficoltà e ai disagi che si stanno venendo a creare nei confronti dei proprietari delle aziende agricole in questa fase di realizzazione del progetto.

LEGGI ANCHE:  Quota 100, 341mila le domande ammesse.

Agricoltori e allevatori sono infatti costretti, a causa della chiusura di un tratto di strada, ad allungare di circa 15 km prima di poter accedere ai propri terreni con i mezzi da lavoro, un giro che li porta sino a Cossoine per rientrare poi nelle proprie aziende.

Dal Comune di Bonorva è stato quindi suggerito ad Anas di realizzare 400 metri di percorso alternativo che permetterà ad agricoltori e allevatori di accedere ai loro fondi in maniera semplice e diretta. Infine è stato sollecitato l’intervento sugli asfalti nel tratto di strada Bonorva-Siligo che oggi si trova in condizioni impraticabili.

Successivamente all’incontro con i vertici Anas, avvenuto qualche giorno fa presso la sede dell’Assessorato ai Lavori Pubblici, Salaris ha confermato che “l’Anas ha accolto le richieste di allargamento della carreggiata che va da Campeda, tratto che diventerà Bonorva Sud, all’ingresso della città, che diventerà Bonorva Nord, e della realizzazione del percorso che renderà più agevole l’ingresso ai proprietari delle aziende agricole nei propri terreni”. 

LEGGI ANCHE:  Goceano, Aldo Salaris: "Pensare come territorio e non più come singolo comune".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.