SOGAER-Ryanair, Bertolotti e Mura: “Dove sono i soldi?”.

“Perché SOGAER non ha adeguatamente richiesto di avere i denari che Ryanair le deve?”. Lo chiedono Alberto Bertolotti, presidente di ConfCommercio Sud Sardegna e Fausto Mura, presidente di Federalberghi Sud Sardegna. 

“Se le notizie riportate dalla stampa sono esatte – e non abbiamo letto alcuna smentita – è grave rilevare che chi gestisce lo scalo cagliaritano ha inteso non intraprendere le dovute azioni legali che consentano di incassare le quote dovute dalle grandi compagnie a SOGAER”, proseguono Bertolotti e Mura.

“Sebbene i ciclopici sforzi di qualcuno, l’aeroporto di Cagliari è ancora saldamente pubblico. È della Camera di Commercio, cioè di tutti gli imprenditori e dei commercianti di Cagliari e Oristano, e non è ancora al servizio delle multinazionali. Per cui non è ancora giunto il momento di fare favori ai potenti, sperando di non incorrere nelle loro ire o di poter avere la loro riconoscenza. Per questo motivo, i denari dovuti alla SOGAER devono stare nelle sue casse e gli amministratori hanno il preciso dovere di fare tutto quello che la legge consente per entrarne in possesso”.

LEGGI ANCHE:  Scipero del 17 luglio. I voli cancellati.

“Chiediamo agli amministratori di SOGAER di smentire o di spiegare la notizia apparsa sulla stampa: perché, se fosse vera sic et sempliciter, sarebbe l’evidenza di un grave danno patrimoniale causato a una società a capitale integralmente pubblico”.

“Giova ricordare che la Corte dei Conti arriva implacabile – concludono Bertolotti e Mura – anche nei confronti di chi è solito equiparare le indicazioni della magistratura contabile ai consigli di una qualche zia troppo prudente”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata