Siti pirata, l’Agcom oscura 45 piattaforme web.

Si intensifica l’azione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni per il contrasto dell’offerta illegale di contenuti sportivi live.

L’Autorità, anche a seguito delle numerose istanze pervenute da parte di DAZN, in qualità di titolare dei diritti per la trasmissione delle partite dei campionati di Serie A e Serie B, ha impartito numerosi  ordini cautelari ai sensi dell’articolo 9-bis del regolamento sul diritto d’autore online (Delibera n. 680/13/CONS), procedendo, grazie anche alla fattiva collaborazione degli ISP, alla disabilitazione dell’accesso a 45 siti pirata che trasmettevano illegalmente le partite delle prime due giornate dei  campionati italiani di Serie A e Serie B, sfruttando indebitamente contenuti protetti dal diritto d’autore.

LEGGI ANCHE:  Safer Internet Day. L'AGCOM avvia la mappatura dell'ecosistema digitale.

L’attività dell’Autorità continuerà e sarà ulteriormente rafforzata alla luce delle recenti previsioni introdotte dalla Legge 14 luglio 2023, n. 93;  a tal fine, sulla base delle modifiche al regolamento adottate lo scorso luglio (Delibera n.189/23/CONS), è stato convocato per il 7 settembre p.v., in collaborazione con l’ACN – Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale, il Tavolo Tecnico che vaglierà i requisiti tecnici e operativi della piattaforma, di cui all’articolo 6, comma 2 della citata Legge.

Ad esito dei lavori del Tavolo sarà così assicurata la piena operatività delle modifiche apportate al regolamento che, come noto, consentiranno di emanare le cd. “ingiunzioni dinamiche” e disabilitare l’accesso a contenuti diffusi in violazione del diritto d’autore nei primi trenta minuti della trasmissione dell’evento sportivo.

LEGGI ANCHE:  Piattaforme digitali: 30-44 anni l'identikit anagrafico dei lavoratori in Italia.

foto Luca Rossato