Sicurezza nelle stazioni: oltre 1,6 milioni le identificazioni.

E’ stato presentato in questi giorni il compendio relativo alle attività svolte ed ai risultati operativi conseguiti nel 2019 dalla Polizia Ferroviaria: 1,6 milioni i controlli effettuati nel corso degli ultimi 12 mesi, un dato che conferma un aumento delle identificazioni del 27%. Un record raggiunto anche grazie alle nuove tecnologie in dotazione agli agenti della Polfer che hanno velocizzato le interrogazioni delle Banche Dati.

Sul fronte dei reati sono indagate 9.610 persone, mentre 1.173 sono state le persone arrestate: numeri che indicano un calo della delittuosità in generale (-14%), diminuzione dei furti (-13%), dei danneggiamenti (-20%) e delle rapine (-28%).

I furti di rame, una delle fattispecie di reato più comuni, registrano un calo del 77% rispetto alla media degli ultimi 10 anni. Nel 2019 la Polizia Ferroviaria ha rintracciato 859 persone scomparse, di cui 773 minori. Sono state salvate 229 persone colte da malore e 52 con intenti suicidi.

LEGGI ANCHE:  Sassari: Gian Vittorio Campus firma l'Ordinanza 37

In relazioni alle campagne di educazione alla legalità nelle scuole e nelle piazze nel 2019 sono stati coinvolti oltre 73.846 giovani.

Inoltre, è proseguito il processo di ammodernamento del settore delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Il lavoro di tutti gli operatori è stato supportato da smartphone, attraverso i quali sono stati effettuati 1.100.974 controlli, il 66% del totale delle identificazioni, contribuendo ad un aumento complessivo di oltre mezzo milione, pari al 27% rispetto al 2018.

Particolare rilevanza è stata data all’attività di formazione specialistica del personale e all’azione sempre più qualificata su delicati e complessi fronti d’intervento: dagli incidenti ferroviari ai controlli nel trasporto di merci pericolose alla prevenzione e contrasto del fenomeno dei furti di rame.

LEGGI ANCHE:  Covid nell'Isola: 1 decesso e 1855 positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.