Si avvicinano le elezioni e aumentano i malumori nella maggioranza, Cera: “Tanta confusione”.

“Tanta confusione” e “palesi contraddizioni” nel disegno di legge collegato alla finanziaria trattato ieri nella Commissione bilancio del Consiglio regionale. Questa, ne più ne meno, l’ultima uscita del consigliere regionale di Forza Italia, Emanuele Cera.

Una vera e propria stigmatizzazione verso l’azione della maggioranza, del quale lo stesso forzista fa parte dal lontano 2019, per sollecitare un incontro/confronto di maggioranza sull’argomento “prima di andare in aula per la sua approvazione”.

“E’ mancato il confronto e il dialogo ed è sempre più evidente lo scollamento e la distanza che esiste tra la Giunta e il Consiglio”, prosegue la filippica verso gli alleati del consigliere Cera che incalza: “Ognuno si sente legittimato ad agire e muoversi in autonomia senza riferimento alcuno e rispetto degli accordi. Un’amara e palese constatazione che ha causato l’accumulo di forti ritardi dimostrando una scarsa visione politica e amministrativa”.

LEGGI ANCHE:  Sanità e Bilancio nell'agenda del Consiglio regionale.

A far saltare i nervi la presentazione in autonomia di “decine di emendamenti non concordati” da parte della Giunta regionale che, in tema di autoreferenzialità, ha dimostrato numerosi buone pratiche dal 2019 ad oggi.

“Personalmente – prosegue Cera – sono stato costretto a ritirare importanti proposte che avevo presentato per il territorio e per la nostra provincia, quella di Oristano. Per ciò che mi riguarda – afferma il consigliere azzurro – se non verranno prese in considerazione le nostre proposte, sarò costretto a non votare il collegato. Chiederò al partito di porre un problema politico sull’andamento di questa ultima fase di legislatura”.

Un caso, a dire il vero sempre meno appassionante visti i protagonisti della politica regionale, sconfessato nel suo piccolo dalla compagna di partito, ora sugli scranni di Giunta, Ada Lai che, di fatto, ha tenuto a precisare, con una nota stampa, che va tutto bene dalle parti della maggioranza: ““Nessun rallentamento sul Collegato alla Finanziaria da parte della Giunta regionale, che lo ha deliberato e trasmesso con la manovra finanziaria, a cui sono seguiti gli emendamenti trasmessi nel mese di aprile alla Commissione Bilancio del Consiglio, da dove è partito l’iter nelle rispettive Commissioni fino alla seduta di ieri che ha approvato alcuni emendamenti e rimandato all’Aula altri. In assenza dell’Assessore Fasolino sono stata incaricata dal Presidente di seguire l’iter, c’è quindi anzi la volontà di andare avanti e già nella giornata di ieri ho impresso una forte accelerazione. Non c’è confusione, è semmai evidente la volontà di adottare quanto prima il provvedimento, nell’interesse della Sardegna e dei sardi. Domani è convocata la Commissione per l’adozione definitiva”.

LEGGI ANCHE:  Riforma degli Enti locali. 'Quer pasticciaccio brutto dell'allargamento della Città Metropolitana di Cagliari'.

foto Sardegnagol riproduzione riservata