Consiglio regionale. Firmata l’intesa Garante per l’infanzia ed Eurispes.

Ci sarà una parte dedicata alla Sardegna  nel secondo rapporto nazionale sulla scuola dell’Eurispes . Lo ha assicurato il presidente  Eurispes Gian Maria Fara intervenuto questa mattina da remoto alla conferenza stampa organizzata in Consiglio regionale dalla Garante per l’infanzia e l’adolescenza Carla Puligheddu in occasione della firma  del Protocollo di intesa con l’Eurispes.

“La firma di questo protocollo – ha detto la Garante Puligheddu – è un momento particolarmente importante.  L’obiettivo  è di instaurare un rapporto di collaborazione per favorire, nel rispetto delle rispettive e specifiche competenze, la condivisione di dati e informazioni e la realizzazione di iniziative comuni di studio e ricerca nei vari ambiti della vita social, con particolare riferimento alle problematiche relative al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza.. Ringrazio l’Eurispes che ha dimostrato grande sensibilità per i problemi dei nostri bimbi e dei nostri giovani e che ci aiuterà a capire le ragioni del fenomeno della dispersione scolastica che nell’isola ha raggiunto livelli allarmanti”.

LEGGI ANCHE:  Minori e disabili. Il TAR dà ragione all'ENAC.

Grande disponibilità è stata espressa dal direttore  dell’Eurispes Sardegna Gerolamo Balata: “Con la firma di questo protocollo d’intesa – ha affermato – si pone la base per una  collaborazione costante e continua con la  Garante per l’infanzia  che migliorerà la comprensione dei fenomeni giovanili che sono peculiari della nostra isola e porterà i nostri bambini ad “imparare ad imparare”.

L’obiettivo di lungo periodo è quello di realizzare  l’Osservatorio regionale permanente sullo stato dei Diritti dei minori: “Uno scopo ambizioso  – ha aggiunto Carla Puligheddu  –per assicurare sul territorio regionale la piena attuazione dei diritti e degli interessi riconosciuti alle persone di minore età”.