Servizio Civile, la richiesta della Conferenza Nazionale ai politici: “100mila posti l’anno”.

Dal Festival Nazionale del Servizio Civile, svoltosi a Roma nell’ultima settimana, la Conferenza Nazionale Enti Servizio Civile ha lanciato un appello alle forze politiche allo scopo di rendere davvero universale il servizio civile, “garantendo l’esperienza ad almeno 100mila giovani l’anno, senza reintrodurre obblighi contradditori con la natura libera della partecipazione civica”. Ancora, chiedono i membri della CNESC “sottolineare la cornice valoriale del Servizio Civile Universale”.

“È necessario permettere ai giovani di essere protagonisti attivi di esperienze di solidarietà che nascono a partire dall’assunzione di un impegno personale e di una corresponsabilità. Ancora, dare continuità alla sperimentazione dei Corpi Civili di Pace, quale strumento specifico e insostituibile di prevenzione dei conflitti armati e della violenza e in azioni di protezione e di abbassamento della tensione alternative all’intervento armato”, concludono dal CNESC.

LEGGI ANCHE:  Effetto Covid-19, ISS: "1,2 milioni di fumatori in più".

foto TDM2000 riproduzione riservata