Scontro salvezza a Crotone, Semplici: “Buttare il cuore oltre l’ostacolo”.

Un appuntamento contro il destino. Così si presenta la gara di domani dei rossoblù contro il Crotone di Stroppa: la prima delle 15 finali per il Cagliari del neo allenatore Leonardo Semplici: “Ho trovato una squadra col morale un po’ basso, come è normale che sia in questo momento. Il mio lavoro si è focalizzato più sull’aspetto psicologico che fisico, tecnico e tattico. Ho cercato di portare dei primi principi che voglio vedere già domani. Il tempo è poco, mi sembrava giusto non stravolgere più di tanto le conoscenze dei ragazzi e le metodologie di lavoro. Cerchiamo di far emergere le qualità di questi giocatori che tutti riconosciamo, ma che in questo periodo per una serie di situazioni non sono riusciti ad esprimere”.

LEGGI ANCHE:  Jessica Shepard chiude il roster biancoblu.
Leonardo Semplici, Foto Cagliari Calcio

Trasferta calabrese che si presenta a dir poco in salita per il Cagliari di Semplici, ospite di una squadra agguerrita e che crede ancora nella salvezza e che, a differenza dei rossoblù, può contare su un importante alleato, la continuità: “La pressione c’è ma è normale per gli allenatori e sappiamo che abbiamo una responsabilità importante. Rappresentiamo una società storica e una maglia sentita da tutta la regione. Dobbiamo scendere in campo con questa responsabilità. Il Crotone – ha ricordato Semplici – gioca da un paio di anni con lo stesso allenatore e propone la medesima idea di calcio. Una buona squadra, con calciatori di qualità. Sarà una partita difficile, come tutte quelle che ci aspettano. Alla loro organizzazione opporremo la nostra determinazione, la voglia di fare risultato, di buttare il cuore oltre l’ostacolo”.

LEGGI ANCHE:  Veronica Dell'Olio è la nuova ala della Dinamo Women.

Tra le fila degli indisponibili non sarà della partita Riccardo Sottil, ancora alle prese con problemi fisici, mentre domani il nuovo tecnico potrebbe far esordire dal primo minuto la coppia d’attacco Pavoletti-Joao Pedro e far giocare Nainggolan in posizione più arretrata. Dubbi invece sull’impiego di Duncan, Asamoah e Calabresi dal primo minuto.

A disposizione del tecnico toscano: Aresti, Godin, Tripaldelli, Nainggolan, Marin, Simeone, Joao Pedro, Deiola, Klavan, Calabresi, Nandez, Asamoah, Pereiro, Lykogiannis, Ceppitelli, Rugani, Zappa, Cerri, Cragno, Pavoletti, Vicario, Duncan, Walukiewicz.

Foto Cagliari Calcio