Sassari. Il Comune al fianco delle donne affette da endometriosi.

Può un palazzo illuminato guarire i 3 milioni di donne italiane affette da endometriosi? Sicuramente no, ma potrebbe aiutare a farle sentire meno sole in questa battaglia che combattono quotidianamente, con quel senso di solitudine e incomprensione che spesso invece le accompagna. Per questo l’Amministrazione comunale di Sassari il 27 marzo illuminerà di giallo la facciata di Palazzo di Città, nel mese della consapevolezza dell’endometriosi. Da anni in tutto il mondo, a marzo, si organizza una marcia di sensibilizzazione e informazione sulla patologia, ma la pandemia ha fermato anche questa iniziativa. Endomarch Team Italy, tra le associazioni impegnate sul campo, ha predisposto altre attività per non mancare l’appuntamento.

LEGGI ANCHE:  Prefettura: Nuovo Stemma e Gonfalone per il Comune di Ussana.

Il Comune di Sassari è tra le Amministrazioni che hanno patrocinato e condiviso la proposta di illuminare di giallo (il colore della lotta all’endometriosi), un palazzo simbolo della città. Inoltre dal sito www.comune.sassari.it potrà essere scaricato materiale informativo sulla malattia e brochure saranno disponibili anche all’ingresso di Palazzo Ducale, dell’Informagiovani e di Punto Città in corso Angioy.

L’endometriosi è una malattia subdola, invalidante, pressoché sconosciuta ai più e tra le patologie croniche più diffuse, con una donna in età fertile su dieci che ne soffre, ricordano dal Comune di Sassari. Colpisce l’identità femminile dal punto di vista individuale, relazionale, sessuale, sociale e psicologico. Secondo quanto diffuso dal sito www.salute.gov.it in Italia sono affette da endometriosi il 10-15 percento delle donne in età riproduttiva; la patologia interessa circa il 30-50 percento delle donne infertili o che hanno difficoltà a concepire. Le donne in Italia con diagnosi conclamata sono almeno 3 milioni. Il picco si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma la patologia può comparire anche in giovanissima età. Eppure ancora oggi se ne parla pochissimo e i fondi destinati alla ricerca, secondo i dati diffusi dalla Fondazione Italiana Endometriosi, sono circa 200 volte inferiori a quelli per altre malattie croniche. 

LEGGI ANCHE:  La lotta del Comune di Sassari contro il degrado ambientale.