Russia e Georgia: 15 anni in guerra. Borrell: “Condanniamo occupazione in Abkhazia e Ossezia del Sud”.

Ricorrono oggi 15 anni dalla guerra del 2008 tra Russia e Georgia. Anniversario ricordato oggi dall’Alto rappresentante dell’Ue, Josep Borrell: “Condanniamo la continua presenza militare della Russia in Abkhazia e nell’Ossezia del Sud in violazione del diritto internazionale e degli impegni assunti dalla Russia ai sensi dell’accordo del 12 agosto 2008, mediato dall’Unione Europea. Invitiamo tutti i partecipanti a impegnarsi in modo costruttivo nelle discussioni per raggiungere la piena attuazione dell’accordo in sei punti del 12 agosto 2008 – ha aggiunto l’Alto rappresentante Ue -. Sottolineiamo inoltre il diritto dei rifugiati e degli sfollati interni a scegliere una soluzione sostenibile, compreso un ritorno volontario, sicuro e dignitoso”.

Area del Caucaso dove da tempo è presente la missione di monitoraggio dell’UE (EUMM Georgia) con oltre 200 osservatori civili, con il compito di contribuire alla stabilizzazione della situazione della sicurezza. Missione, ricordano dal SEAE, che rimarrà operativa fino al mese di dicembre 2024, per facilitare una vita normale e sicura per le comunità locali che vivono su entrambi i lati delle linee di confine amministrative con l’Abkhazia e l’Ossezia meridionale.

LEGGI ANCHE:  Forum di San Pietroburgo: Putin incontra i giovani imprenditori.

foto Copyright European Union