Riciclo dei farmaci inutilizzati: la Proposta di legge del M5S.

Aumentare la cultura del riutilizzo con un occhio al contenimento della spesa pubblica. Questo il principio sul quale si basa la nuova proposta di legge n. 218 presentata dal gruppo regionale del M5S “Interventi regionali per il recupero, la restituzione e la donazione ai fini del riutilizzo di medicinali in corso di validità”.

Un ambizioso progetto secondo la prima firmataria Desirè Manca: “Sono varie e numerose le occasioni in cui i medicinali inutilizzati e non scaduti potrebbero essere riutilizzati semplicemente mettendoli nuovamente a disposizione del sistema sanitario per poter essere consegnati ad altri pazienti, attivando così un circolo virtuoso di riuso e per il contenimento della spesa farmaceutica”.

LEGGI ANCHE:  Ambasciata Azera: "Rappresentanze diplomatiche dell’Azerbaigian all’estero attaccate da estremisti armeni".

“Capita – ha aggiunto la consigliera pentastellata -, che i cittadini si rivolgano al medico per chiedere a chi poter consegnare scatole di farmaci ancora integre che non servono più. Talvolta perché il paziente ha terminato la terapia prescritta, o perché si è reso necessario cambiarla, e nei casi più gravi perché è deceduto”.

Nello specifico, la Pdl prevede che la Giunta (sentite le ASSL, l’Istituto zooprofilattico, l’Ordine dei farmacisti, i rappresentanti delle RSA e delle organizzazioni senza scopo di lucro riconosciute dalla Regione) definisca le modalità per il recupero, la donazione e il riutilizzo dei medicinali, le caratteristiche delle confezioni, le condizioni e gli ambiti per il riutilizzo degli stessi. Dovranno inoltre essere previste verifiche obbligatorie dopo la presa in carico dei farmaci, le modalità per la registrazione e per la custodia, e specifiche campagne informative.

LEGGI ANCHE:  Carla Cuccu (M5S): "Istituire un tavolo tecnico permanente sulla disabilità".

“Si dispone che le ASSL individuino i punti di raccolta delle confezioni di medicinali – conclude Desirè Manca – garantendo una distribuzione uniforme sul territorio regionale e definendo i requisiti dei locali e delle attrezzature idonei ad assicurare la corretta conservazione e la tracciabilità”.

Attualmente, come confermato dai consiglieri del movimento, ai sensi dell’articolo 2 della legge 244/2007, sono oggetto di riutilizzo le confezioni di medicinali in corso di validità, ancora integre e correttamente conservate, in possesso di ospiti delle RSA, di famiglie che hanno ricevuto assistenza domiciliare per un loro congiunto dalla ASSL o da una organizzazione avente finalità di assistenza sanitaria.

Grazie alla Proposta di legge potranno inoltre essere oggetto di riutilizzo le confezioni di farmaci ad uso veterinario in corso di validità, prese in carico dall’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sardegna ”G. Pegreffi”, che dopo aver provveduto alla loro verifica, registrazione e custodia, ne curerà la distribuzione.

LEGGI ANCHE:  Fausto Piga: "Una proposta di legge per accompagnare i giovani a diventare grandi".