Riaperture, Michele Ciusa: “Spazio all’aperto per tutti, la Regione aiuti i comuni”.

Rilasciare al più presto nuove concessioni di spazio pubblico alla luce delle nuove disposizioni previste dal Decreto “Riaperture”, che ha introdotto, esclusivamente per le zone gialle, il consumo al tavolo all’aperto per bar e ristoranti. Questa la richiesta del capogruppo del M5s in Consiglio regionale, Michele Ciusa: “Favorire la riapertura delle attività all’aria aperta è il minimo comune denominatore del Piano per la ripartenza adottato dal Governo. Dal 26 aprile infatti, nelle zone gialle saranno proprio i bar e i ristoranti con i tavolini all’aperto a poter riaprire per primi. Chiediamo alla Regione Sardegna di favorire la ripresa in sicurezza di tutti i comparti produttivi ridefinendo i regolamenti comunali in modo da rendere tempestivamente disponibile l’utilizzo di tutti gli spazi esterni fruibili. Giardini, terrazze, dehors devono poter essere utilizzati da tutte le attività che ne facciano richiesta, sempre nel rispetto del distanziamento di almeno un metro tra un cliente e l’altro”.

LEGGI ANCHE:  Sardegna. La "ricetta" della Cisl per le emergenze giovani e anziani.

“Per dare respiro a tutte le aziende – ha proseguito il capogruppo Ciusa – la Regione deve avere un ruolo proattivo nel coinvolgere tutti i Comuni sardi, affinché non si corra il rischio di dare garanzie solo a chi ha locali con spazi esterni già autorizzati discriminando chi lo spazio esterno non ce l’ha”.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata