Reddito e pensione di Cittadinanza: 1,16 milioni i nuclei beneficiari.

Nel mese di ottobre 2022, i nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza (RdC) e Pensione di Cittadinanza (PdC) sono stati 1,16 milioni in totale (1,04 milioni RdC e 122mila PdC), con 2,47 milioni di persone coinvolte (2,33 milioni per il RdC e 138mila per la PdC) e un importo medio mensile erogato a livello nazionale di 552 euro (583 euro per il RdC e 285 euro per la PdC).

L’importo medio varia sensibilmente con il numero dei componenti il nucleo familiare, e va da un minimo di 453 euro per i nuclei costituiti da una sola persona a un massimo di 738 euro per le famiglie con cinque componenti.

La platea dei percettori di reddito di cittadinanza e di pensione di cittadinanza, puntualizzano dall’INPS, è composta da 2,18 milioni di cittadini italiani, 204mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e 83mila cittadini europei (residuale la quota di familiari delle precedenti categorie e titolari di protezione internazionale).

LEGGI ANCHE:  Botillon a Buoncammino: torna la sagra del troglodita

Per i nuclei con presenza di minori (364mila, con 1,3 milioni di persone coinvolte), l’importo medio mensile è di 684 euro, e va da un minimo di 594 euro per i nuclei composti da due persone a un massimo di 743 euro per quelli composti da cinque persone.

I nuclei con presenza di disabili sono oltre 201mila, con 449mila persone coinvolte. L’importo medio è di 493 euro, con un minimo di 389 euro per i nuclei composti da una sola persona e un massimo di 704 euro per quelli composti da cinque persone.

La distribuzione per aree geografiche vede 424mila persone beneficiarie al Nord, 327mila al Centro e 1,72 milioni nell’area Sud e Isole.

LEGGI ANCHE:  Assegno Unico: 20 milioni gli assegni pagati nei primi 3 mesi.

Nel corso dei primi dieci mesi dell’anno, infine, le revoche hanno riguardato 51mila nuclei e le decadenze sono state 243mila.