RAI: l’AGCOM richiama al rispetto della corretta rappresentazione della donna.

Andando oltre le iniziative poco sostanziali, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha disposto, a maggioranza, un richiamo nei confronti della RAI per il programma “Avanti popolo” andato in onda su Raitre il 31 ottobre 2023 in cui è stata trasmessa un’intervista della conduttrice Nunzia De Girolamo alla ragazza vittima di uno stupro di gruppo avvenuto a Palermo nel mese di luglio 2023.

L’Autorità ha rilevato che il programma ha violato le disposizioni in materia di tutela degli utenti e i principi richiamati dalla Raccomandazione sulla corretta rappresentazione dell’immagine della donna nei programmi di informazione e intrattenimento di cui alla delibera n. 442/17/CONS. In particolare, il programma ha fornito una rappresentazione stereotipata e degradante della vittima, minimizzando la gravità dei fatti e attribuendo responsabilità alla stessa per il comportamento del suo aggressore.

LEGGI ANCHE:  La divulgazione scientifica verso i più giovani: le iniziative del CRS4.

L’Autorità ha quindi invitato la RAI a rispettare le norme e i principi vigenti in materia di tutela degli utenti e di pari opportunità tra uomini e donne, nonché a garantire una maggiore attenzione e sensibilità nella trattazione dei temi legati alla violenza di genere.

foto Laky 1970