Raccolta differenziata, arrivano i nuovi cassonetti in tutta la città di Sassari.

È iniziata il 14 aprile la sostituzione di tutti i cassonetti stradali, come previsto dal nuovo appalto Gretas (Gestione Rifiuti E Tutela Ambientale Sassari) che entrerà a regime il primo giugno. Si tratta di una delle attività propedeutiche all’avvio del nuovo servizio, che il Comune di Sassari e il gestore Rti Ambiente Italia – Formula Ambiente – Gesenu stanno portando avanti in questa fase transitoria. Nel territorio cittadino servito con la modalità di ritiro stradale dei rifiuti, gli operatori del gestore del servizio d’igiene urbana hanno già cambiato 449 contenitori per l’umido (su 509), 350 per carta e cartone (su 658) e 353 per plastica e alluminio (su 667).

Tra le novità del progetto Gretas, ricordano dal Comune di Sassari, il passaggio della raccolta del vetro dai cassonetti alle campane, per migliorare la qualità del rifiuto e ridurre il disturbo legato al rumore nello svuotamento. L’avvio dell’installazione delle campane è prevista a partire dalla seconda metà di maggio.

LEGGI ANCHE:  Ecoforum Sardegna, Gianni Lampis: "Raccolta differenziata aumentata dal 67 al 73,3%".

Per quanto riguarda le zone interessate alla sostituzione dei cassonetti, si è partiti dalla fascia esterna del centro storico e si procederà fino a coprire tutti quartieri in cui si conferisce nei contenitori di strada.