Politiche giovanili. Il sito del Dipartimento si rifà il look.

Da ieri è on line, all’indirizzo https://www.politichegiovanili.gov.it il nuovo sito del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, completamente rivisitato in termini di architettura, grafica e contenuti.

Il nuovo sito riunisce in un unico contenitore i tre siti del Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it www.serviziocivile.gov.it e politichegiovanili.gov.it. Questa nuova configurazione ha l’obiettivo di semplificare l’accesso ai servizi e la fruizione delle informazioni online, migliorare e rendere più facile e più coerente la navigazione e l’esperienza del cittadino.

La nuova struttura, in linea con lo “stile” dei diversi siti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha una sezione principale su cui verrà data immediata evidenza alle notizie, agli eventi, agli avvisi, ai bandi e alle informazioni di maggiore rilievo, un menù laterale che permette un accesso più rapido alle pagine del sito e una sezione dedicata alla ministra per le Politiche giovanili Fabiana Dadone.

LEGGI ANCHE:  ComuniTeen. Il comune di Cagliari prova a colmare il gap degli adolescenti.

Le tre sezioni cuore del sito, Dipartimento, Politiche giovanili e Servizio civile universale, sono facilmente raggiungibili in homepage attraverso menù, mediante i quali gli utenti possono accedere direttamente ai contenuti ed entrare nel dettaglio navigando tra informazioni, progetti e iniziative. In questa fase di transizione le pagine sono in continuo aggiornamento e si implementeranno via via di contenuti, documenti consultabili e link utili.

Dal sito è possibile accedere direttamente alle aree riservate e alle sezioni dedicate a operatori volontari, Enti e Regioni.

Il restyling del sito è frutto di una completa riprogettazione ed è adeguato alle nuove linee guida di design e usabilità per i siti della pubblica amministrazione, garantendo la portabilità su altri dispositivi come tablet o smartphone.

I vecchi siti resteranno attivi, seppur non aggiornati, per il tempo necessario al trasferimento completo di tutti i contenuti sul nuovo dominio. Digitando i vecchi indirizzi gli utenti saranno reindirizzati al nuovo dominio.

LEGGI ANCHE:  Mercato immobiliare: +17mila compravendite nell'ultimo trimestre.

Foto di Alexandr Ivanov da Pixabay