Politiche giovanili. Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà 21-27, Spadafora: “Soddisfazione per l’accordo Consiglio-Parlamento europeo”.

“Provo grande soddisfazione per l’accordo raggiunto a Bruxelles tra Consiglio e Parlamento europeo sui Regolamenti relativi ai Programmi Erasmus+ e Corpo Europeo di Solidarietà per gli anni 2021-2027”. Così il Ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora ha commentato il raggiungimento dell’accordo sui principali programmi europei per i giovani.

“Il Programma Erasmus+ vede il suo budget aumentato ad oltre 26 miliardi di euro. La quota Gioventù rimane al di sopra del 10%. Questo grazie al consolidamento di DiscoverEU che consentirà a migliaia di diciottenni, appena sarà possibile, di viaggiare in Europa rafforzando il loro spirito europeo e il loro apprezzamento della cultura europea”.

Il ministro è poi intervenuto su un altra importante azione del programma Erasmus+, il programma Sport: “Sul fronte dello Sport una buona notizia frutto dell’insistenza italiana in sede di Consiglio: la quota dedicata allo Sport passa dall’1,8% all’1,9%. Un doveroso sforzo per le tantissime associazioni e il movimento sportivo italiani che hanno visto i propri progetti selezionati e finanziati, facendo dell’Italia di gran lunga il maggior beneficiario dei fondi del settore Sport”.

LEGGI ANCHE:  Politiche giovanili, Barbara Zilli: "Casa per l'Europa opportunità per i giovani".

Seppur con un budget inferiore, circa 1 miliardo di euro per il 2021-2027, il nuovo Programma Corpo europeo di Solidarietà, secondo Spadafora “offrirà l’opportunità ad almeno 270.000 giovani europei di aiutare ad affrontare le sfide sociali e umanitarie attraverso il volontariato e la realizzazione di progetti di solidarietà”.

Adesso, come ricordato dall’esponente dell’Esecutivo Conte, bisognerà attendere i tempi dell’adozione definitiva dei Regolamenti da parte del Consiglio e Parlamento europeo: “Il Dipartimento per lo Sport, il Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio Civile Universale e l’Agenzia Nazionale Giovani sono pronti a sostenere al meglio le associazioni giovanili e il movimento sportivo italiano in questa nuova e appassionante sfida”.