Pnrr, 40,2 milioni di euro per 13 ospedali sardi.

Ammontano a 40,2 milioni di euro le risorse stanziate per la realizzazione di tredici Ospedali di Comunità nell’Isola. Una dotazione finanziaria composta per 32,7 milioni da risorse provenienti dal Pnrr e 7,5 milioni di cofinanziamento regionale.

Circa 11,4 milioni di euro sono previsti per l’Asl 1 (due presidi a Sassari e uno rispettivamente a Ploaghe e a Ozieri); 3,8 milioni all’Asl 2 (La Maddalena e Tempio Pausania); 8,2 milioni all’Asl 3 (Nuoro e Sorgono); 3,6 milioni all’Asl 5 (per Ghilarza e Bosa); 3,4 milioni all’Asl 7 per un presidio a Iglesias, Santa Barbara; 9,8 milioni all’Asl 8, per due presidi a Cagliari.

“L’emergenza Covid ha evidenziato la necessità di rafforzare i servizi sul territorio. L’Ospedale di Comunità nasce in quest’ottica, per la gestione dei pazienti a bassa intensità di cure, che necessitano comunque di assistenza continuativa. Parliamo di pazienti dimessi dai reparti specialistici che necessitano di controllo o di persone affette da patologie croniche, la cui gestione della malattia può evitare il ricorso all’ospedalizzazione”, ha dichiarato nell’occasione l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu.

LEGGI ANCHE:  Sanità, in 2000 alla marcia di protesta: "Politica assente".

foto Sardegnagol riproduzione riservata