Palazzo Chigi lancia il suo attacco alle fake news.

Formazione obbligatoria e Ordini regionali non bastano per il contenimento delle Fake news? Nessun problema . Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega all’Editoria, Andrea Martella ha firmato il decreto che istituisce, presso Palazzo Chigi, la task force che si occuperà di contrasto alle fake news.

“Uno strumento – come dichiarato dal Sottosegretario Martella – per combattere la disinformazione che indebolisce lo sforzo di contenimento del contagio. Come già annunciato nei giorni scorsi, questo era un passaggio doveroso, a fronte della massiccia, crescente diffusione di disinformazione e fake news relative all’emergenza COVID-19”.

Non ha dubbi sulla bontà della task-force Andrea Martella: “Si tratta di un organismo molto snello, pensato per agire in maniera rapida ed agile, attraverso un lavoro di raccordo e confronto a distanza, come richiede l’emergenza in corso. La struttura avrà vari compiti ed obiettivi, tra cui l’analisi delle modalità e delle fonti che generano e diffondono le fake news, il coinvolgimento di cittadini ed utenti social per rafforzare la rete di individuazione, il lavoro di sensibilizzazione attraverso campagne di comunicazione. Tutto questo in stretta collaborazione con Agcom, Ministero della Salute, Protezione Civile ed avviando partnerships con i soggetti del web specializzati in fact-checking, i principali motori di ricerca e le piattaforme social”.

LEGGI ANCHE:  Pnrr, Governo Meloni in ritardo: 17 scadenze entro il 30 giugno.

Dell’unità di monitoraggio per il contrasto della diffusione di fake news relative al COVID-19 faranno parte Riccardo Luna (giornalista e imprenditore) Francesco Piccinini (esperto di comunicazione) David Puente (laureato in scienze tecnologiche) Ruben Razzante (giornalista e professore universitario) Luisa Verdoliva (professoressa universitaria) Roberta Villa (medico e giornalista) Giovanni Zagni (giornalista) Fabiana Zollo (ricercatore universitario).

foto facebook AndreaMartella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.